Chiarimenti 730/2017: spese veterinarie
Pubblicato il 28/02/2017 16:02 da Tebaide

E’ stata pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate la risoluzione n. 24/E del 27 febbraio 2017 riguardo le spese veterinarie per le quali, lo ricordiamo, si può detrarre in sede di 730 il 19% delle stesse fino ad un massimo di 387,34€ con franchigia 129,11€. Tale comunicazione chiarisce che per essere detratte, le spese relative all’acquisto di medicinali veterinari, devono semplicemente essere certificate da scontrino “parlante” attestante non solo il codice fiscale del contribuente, ma anche la natura e la quantità dei medicinali acquistati; ai fini della detrazione, viene meno, pertanto, l’obbligo di conservare la prescrizione medica. A nulla rileva, inoltre, il luogo dell’acquisto di detti farmaci; è infatti possibile acquistare i prodotti, oltre che in farmacia, anche presso strutture autorizzate dal Ministero della Salute (ad esempio, supermercati). Oltre ai medicinali veterinari, sono detraibili anche le prestazioni professionali dei veterinari e le spese sostenute per analisi di laboratorio ed interventi presso cliniche veterinarie. Non rientrano tra le spese veterinarie detraibili quelle effettuate per l’acquisto di mangimi speciali, i quali non sono qualificabili come farmaci ma appartengono all'area alimentare.